Chi siamo

Nato nel 1926 come Istituto Universitario di Architettura di Venezia, a partire dal 2001 l'ateneo è diventato Università Iuav di Venezia affiancando, alla storica architettura, le facoltà di pianificazione del territorio e di design e arti. Nel 2018 è entrato in vigore il nuovo Statuto grazie al quale Iuav recupera lo status di “scuola speciale” che lo definisce dalla sua fondazione. Tra le novità più rilevanti l’attribuzione delle funzioni gestionali a un unico dipartimento, Culture del progetto.


L’Università Iuav di Venezia è oggi un luogo di insegnamento, alta formazione e ricerca interamente dedicato alla cultura del progetto come conoscenza, esercizio critico e attenzione alla complessità, responsabilità sociale e innovazione, ma anche creatività artistica, applicata a un ampio spettro di discipline: architettura, arti visive e del teatro, design e moda, pianificazione urbanistica, territoriale e ambientale, storia e conservazione del patrimonio architettonico, città e ambiente costruito.

iuav.it

Nasce a Venezia nel 2006 da un’idea di due laureati in Scienze Ambientali con l’intento di creare una nuova realtà imprenditoriale dedita alla ricerca, allo studio e alla consulenza in campo ambientale. Obiettivi dell’azienda sono l’individuazione delle problematiche e lo studio delle possibili soluzioni ai fini della pianificazione, del risanamento, della tutela e della gestione degli ecosistemi e delle risorse naturali.

lagunaproject.it

Altri progetti

L’Università Iuav di Venezia è impegnata da anni sui temi della gestione delle aree marine e costiere.

Tra i progetti realizzati e in corso di realizzazione ricordiamo:

GHOST

Techniques to reduce the impacts of ghost fishing gears and to improve biodiversity in north Adriatic coastal Areas (Programma LIFE+): ha promosso misure concrete per preservare e migliorare lo stato ecologico degli habitat rocciosi (Tegnùe) nel mare Adriatico settentrionale.

Progetto GHOST

ADRIPLAN

ADRiatic Ionian maritime spatial PLANning è un progetto finanziato da DG Mare che ha fornito dettagliate raccomandazioni per la valutazione della Pianificazione dello Spazio Marittimo (MSP) basate su una valutazione integrata complessiva (ambientale, legale, amministrativa, economica e sociale).

ADRIPLAN

SUPREME

Supporting Implementation of Maritime Spatial Planning in the Eastern Mediterranean region è un progetto, finanziato da DG-Mare, che ha coinvolto autorità pubbliche incaricate della Pianificazione dello Spazio Marittimo in quattro Paesi (Grecia, Croazia, Italia e Slovenia) e la UNEP/MAP Barcelona Convention, allo scopo di supportare l’implementazione della MSP nei Paesi membri EU e di lanciare e realizzare iniziative concrete e transfrontaliere tra i Paesi membri.

SUPREME

SIMWESTMED

Supporting Implementation of Maritime Spatial Planning in the Western Mediterranean region è un progetto, finanziato da DG-Mare, focalizzato sul supporto all’implementazione della Direttiva sulla Pianificazione dello spazio marittimo nei Paesi membri, ha lanciato e realizzato azioni concrete di cooperazione transfrontaliera nella regione del Mediterraneo occidentale.

SIMWESTMED

CO-EVOLVE

Promoting the co-evolution of human activities and natural systems for the development of sustainable coastal and maritime tourism è un progetto, finanziato da Interreg Med, che mira a analizzare e promuovere la coevoluzione di attività umane e sistemi naturali nelle aree turistiche costiere, favorendo lo sviluppo sostenibile di attività turistiche basato sui principi della Gestione integrata della fascia o zona costiera (GIZC) e del MSP.

CO-EVOLVE

CREW

Coordinated Wetland Management in Italy-Croatia Cross Border Region, progetto finanziato dal programma Interreg Italy-Croatia, si propone di attuare uno strumento di governance multilivello chiamato "Contratto di Area Umida", orientato a conseguire effetti globali sugli ecosistemi delle zone umide costiere del Mare Adriatico e sui relativi aspetti socioeconomici, superando le frammentazioni che spesso mettono a repentaglio la loro integrità, sviluppo e conservazione.

CREW

Laguna Project è impegnata in progetti relativi alla gestione delle risorse ittiche e marine:

GHOST

Techniques to reduce the impacts of ghost fishing gears and to improve biodiversity in north Adriatic coastal Areas (Programma LIFE+): ha promosso misure concrete per preservare e migliorare lo stato ecologico degli habitat rocciosi (Tegnùe) nel mare Adriatico settentrionale.

Progetto GHOST

ITTICOSOSTENIBILE

Itticosostenibile è un’iniziativa che si rivolge ai GAS (gruppi di acquisto solidale) e nata per favorire un consumo sostenibile di prodotti della pesca. Lo scopo di questa attività è da una parte di proporre un paniere di prodotti ittici, allevati e di pesca, seguendo la stagionalità e nel pieno rispetto dei cicli vitali delle diverse specie con prezzi calmierati e consegna dedicata e, dall'altra, di fornire informazioni sullo stato dell'ambiente marino e sulla sostenibilità del consumo delle principali specie ittiche di provenienza adriatica (marina, valliva e lagunare).

ITTICOSOSTENIBILE

MARGNET

MarGnet è un progetto finanziato da European Union's Maritime Fisheries Fund attraverso il programma Sustainable Blue Economy Call. Il progetto, operativo tra Italia e Croazia, si concentra sulla ricerca di soluzioni alla problematica dell’accumulo, sul fondale marino, di rifiuti plastici generati da attività marine come la pesca e l’acquacoltura. Per soddisfare i suoi obiettivi, il progetto MarGnet creerà e testerà soluzioni multilivello per monitorare, mappare, prevenire, rimuovere e riciclare rifiuti marini provenienti da fonti marine presenti sul fondo marino.

MARGNET

NON E' PESCE PER POCHI

"NON È PESCE PER POCHI" è un progetto ideato e realizzato da Laguna Project, finanziato dalla Camera di Commercio di Venezia attraverso il Bando Obiettivo EXPO 2015, che si pone come scopo fondamentale il rilancio del consumo di specie ittiche di produzione locale e di limitato valore economico.

Powered by